Se Giulio è il barista io sono il classico cliente anziano del locale, quello che si confonde con l’arredamento.

Prima di iniziare a scrivere pensieri tra queste pagine, però, volevo scrivere qualche parola di presentazione, giusto per spaventare voi giovani avventori che avete solo voglia di un buon caffè in una settimana festiva tra Natale e capodanno.

Tra queste pagine cercherò di uscire dai soliti schemi, raccontarvi non solo la tecnologia mainstream ma ho il desiderio – e forse la necessità – di raccontarvi altri aspetti di questo mondo che in alcune pieghe sta rincorrendo se stessa senza trovare un vero e proprio punto di svolta.
Ma gli aspetti di questo universo si stanno espandendo ed è tra questi aspetti che vorrei andare ad indagare perché potrebbero essere i segnali di una rivoluzione pronta ad esplodere e travolgerci.

Siete pronti? Io si e il caffè lo pago io.

Comments are closed